Blog: http://fairy.ilcannocchiale.it

Un isola, un matrimonio..

Eccomi qui dopo quasi un mesetto.. pronta a raccontarvi la nostra bellissima vacanza a Cipro.
Siamo partiti il 22 maggio per Milano dove siamo stati gentilmente ospitati dalla nostra cara amica Ila. Faceva un caldo incredibile e l'idea di andare in un isola non mi faceva stare più nella pelle nonostante le ore di aereo che avrei dovuto affrontare (ho giusto qualche paranoia in merito).
L'aereo sarebbe partito alle 14.30 del 23 maggio da Milano Malpensa, arriviamo in tempo, facciamo il check in, mangiamo un boccone e ci imbarchiamo. L'aereo, della compagnia Cyprus Airways, non è grandissimo ma nuovo e confortevole con tanto di piccoli schermi dove è stato proiettato il film Marley & Me ovviamente in lingua originale.
Arriviamo dopo 3 ore e mezza di volo al'aeroporto di Larnaka, le valigie arrivano immediatamente e cerchiamo subito il banco del noleggio auto dove ritirare le chiavi della macchina che avevamo prenotato. Tutto va liscio come l'olio, ci vengono date le chiavi di una Kia Picanto con guida a destra perchè a Cipro si guida dallo stesso lato degli inglesi, aria condizionata e autoradio.
Sistemiamo le valigie e partiamo. Direzione Paphos a circa 120 km di distanza da Larnaka, dove avremmo trascorso quasi tutta la nostra vacanza. Cipro sembra essere l'esatto incrocio tra la Sicilia e l'Inghilterra, dal punto di vista paesaggistico infatti sembra di essere in Sicilia ma con le strade fantastiche degli inglesi.
Arriviamo nel nostro bellissimo Hotel 4 stelle Athena Royal Beach Hotel dove Tom e Sue, (fratello di Mark e fidanzata) si sarebbero sposati. Andiamo in camera giusto per lasciare le valigie e andiamo  a cenare in uno dei ristorantini vicino l'albergo.
Ovviamente io non mi faccio mancare una buonissima Mussaka e Mark un'insalata greca e un piatto di carne tipico della cucina greca/cipriota.
Dopo cena incontriamo Tom, Sue e dei loro amici, torniamo in albergo a bere qualcosa nella bellissima terrazza che da sul mare.. Inizia la vacanza!!
Passiamo i giorni nel relax più assoluto, colazione, piscina, ipod, libro, pareo, occhiali da sole, crema protettiva e così via.. Si stava da Dio.. il cielo azzurro, l'aria leggera, la temperatura perfetta, un leggero venticello che non ti faceva mai avvertire il caldo.. il mare verde e limpido.. il paradiso terrestre!!

Nei giorni successivi arrivano tutti gli invitati tra cui Mark e Alex, i due best men e Monica, fidanzata di Mark. Mark è un bellissimo reporter che vive a Londra con Monica per metà colombiana, fotografa anche lei e insegnante.

Alex, uno scatenato bevitore di birra che invece studia cinema in Galles con l'ispirazione di specializzarsi in documentari..insomma ragazzi interessantissimi con i quali abbiamo legato tantissimo!
Il 26 maggio è il giorno atteso del matrimonio che si è svolto sul prato a due passi dalla spiaggia e dal mare..

è stato bellissimo.. Le bridesmaid vestite uguali, la sposa semplice e bella.. gli invitati (eravamo 15 in tutto) felici ed emozionati.. un matrimonio romantico che mi resterà nel cuore.
La celebrazione dura pochissimo in quanto rito civile chiuso da una bellissima lettura tratta dalla bibbia da parte di mio suocero.. ovviamente tutto rigorosamente in inglese!!

Lo sposo con i due Best men Mark e Alex

Lo sposo.. in attesa..

Gli sposi con le bridesmaid e i best men

Il bellissimo cappello di mia suocera..

Dopo la cerimonia siamo andati ad un piccolo rinfresco organizzato nella bellissima terrazza dell'albergo..
Io e la sposa..

La sera ci siamo spostati in un'altra terrazza piena di fiori dove abbiamo cenato e potuto ascoltare i vari discorsi del padre della sposa, dello sposo e dei due best men.

I giorni a seguire sono trascorsi tranquilli e nel relax più totale.
La settimana è volata in un lampo arrivando in men che non si dica al giorno in cui dovevamo partire.
Il 29 mattina infatti abbiamo salutato tutti e siamo ritornati a Larnaka da dove la mattina dopo saremmo ripartiti per l'Italia. Ma prima di arrivare a destinazione abbiamo fatto una piccola sosta in un piccolissimo paesino sulla costa Pissouri.. delizioso.

Larnaka invece non mi è piaciuta granchè.. troppo incasinata e americanizzata.
L'albergo dove abbiamo dormito l'ultima notte da dimenticare, era economico ma tristo tristo tristo!!
Il viaggio di ritorno è stato tranquillo anche se facendo una sosta tecnica a Roma è durato quasi due ore in più.
Arrivati a Milano abbiamo preso il primo treno per Bologna.. avevamo voglia di casina..
Per fortuna non sono dovuta ritornare subito a lavoro se no sarebbe stato un vero trauma!!
E adesso?.. stiamo già pensando alla prossima vacanza!!!

Pubblicato il 2/6/2009 alle 11.16 nella rubrica Viaggi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web