.
Annunci online

fairy
Foglie secche, castagne calde.. che bello è arrivato l'autunno!


Diario


9 febbraio 2005

Scozia ... cara Scozia

Il mio primo viaggio all’estero risale al Luglio del 1991..cazzo 14 anni fa..mi sembra ieri
Comunque sia avevo 17 anni, quarto liceo scientifico, il viaggio sarebbe stato il premio per la promozione!! Tre settimane in Scozia con la mia migliore amica Laura e altri ragazzi che avremmo incontrato in aeroporto a Roma.
Insomma classico viaggio organizzato con soggiorno in college!
Destinazione precisa Glasgow, Bearsden, S. Andrews college.
Era il mio primo viaggio in aereo , ero eccitata come non mai!! Ricordo ancora il brivido del decollo..che emozione!!Catania-Roma , Roma-Londra, Londra-Glasgow, tre aerei in una botta sola non era male come inizio!
Arrivati ci assegnarono la camera, una doppia per me e Laura.Due letti un armadio una scrivania e una finestra da dove si poteva ammirare tutta Glasgow!!
Peccato la delusione per la mancanza del bagno in camera, ma una parte dell’armadio custodiva un lavandino, che gioia quando realizzammo che prima di uscire avremmo potuto quanto meno lavarci la faccia e denti!!
Ovviamente bagno e doccia erano rigorosamente comuni…e il bidet?Noooo, dove l’avevano messo il bidet? Mi spiegarono che non l’avevano nascosto da nessuna parte molto più semplicemente gli anglosassoni, come d'altronde anche i francesi, non hanno mai avuto l’abitudine di installare nei loro bagni questo utilissimo componente!!..Vabbè… guardammo oltre!!
Quello che ricordo in ordine sparso? Il verde splendente e il cielo malinconico, la luce alle 10 di sera, la common room dove per la prima volta Alan Graham mi baciò, la musica, i balli, la cena alle 18.00, la pizza con il mais, gli occhi azzurri di Alan, le cassette dei Depeche Mode, i castelli meravigliosi, i giardini magnificamente curati, il tè , le crostate con le fragoline di bosco, west south story, Elvis Presley, Lock Lomond, Robin Hood, la canzone “Everything i do i do it for you”, le poesie di Alan, Valeria, Ann, Stefan, la professoressa Mirabile ed ancora Laura; il mare del Nord, Edimburgo, Sterling, le mie lacrime di tristezza per la separazione da questa terra meravigliosa e l’ultimo abbraccio di Alan in aeroporto oltre la dogana….non capii mai come fece a passare il controllo della polizia solo per venirmi a dare l’ultimo bacio…l’ultimo abbraccio…
Per due anni non riuscii più a liberarmi da quel ricordo…e oggi dopo 14 anni se ci ripenso mi chiedo se mi sia veramente accaduto… ma il mega poster di James Dean che cammina dentro il suo cappotto scuro in un’imprecisata città americana grigia e piovosa acquistato per qualche sterlina a Glasgow, è ancora appeso nella mia casa bolognese…



 



 



 



 



 



 



 


 

 




permalink | inviato da il 9/2/2005 alle 21:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Le mie ricette
i miei giorni..
Musica
Film
Viaggi
Libri
Casa
Fashion show

VAI A VEDERE

Le nostre foto
La mia casetta
Maledetti pollini

BLOG

CountryKitty
Sara
Sottiletta
Labeba
Magacirce
English Superqueen
Superqueen
Stephanie Klein
Ale
Sleepingblizzard
Sabri
Decor che passione..
Jericho

ARCHIVIO
**
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005



Vuoi una cucina?

Ma che maschio sei??? Da quale pianeta arrivi????

Libro sul comodino

Avvincente!

Niente di che!

Un libro meraviglioso!!

Bello.. soprattutto l'autore!!

Misterioso..

Strabellissimo

Bellissimo ma molto forte!

Ci ho messo mesi per leggerlo!!

Mamma che bello!!!

Carino ma nulla di che..

Semplicemente meraviglioso..

ma insomma.. niente di che!

Carino

Letto in un fiato!

Interessante ma lungo!!

Interessante ma peso...

Succoso..

Uno dei più belli mai letti!!

Ti fa venire l'ulcera!

Bello!!

Eva Green

La cantantessa

Cosa ho davanti, non riesco più a parlare
dimmi cosa ti piace, non riesco a capire, dove vorresti andare
vuoi andare a dormire.
Quanti capelli che hai, non si riesce a contare
sposta la bottiglia e lasciami guardare
se di tanti capelli, ci si può fidare.

Conosco un posto nel mio cuore
dove tira sempre il vento
per i tuoi pochi anni e per i miei che sono cento
non c'è niente da capire, basta sedersi ed ascoltare.
Perché ho scritto una canzone per ogni pentimento
e debbo stare attento a non cadere nel vino
o finir dentro ai tuoi occhi, se mi vieni più vicino.........

La notte ha il suo profumo e puoi cascarci dentro
che non ti vede nessuno
ma per uno come me, poveretto, che voleva prenderti per mano
e cascare dentro un letto.....
che pena...che nostalgia
non guardarti negli occhi e dirti un'altra bugia
A..Almeno non ti avessi incontrato
io che qui sto morendo e tu che mangi il gelato.

Tu corri dietro al vento e sembri una farfalla
e con quanto sentimento ti blocchi e guardi la mia spalla
se hai paura a andar lontano, puoi volarmi nella mano
ma so già cosa pensi, tu vorresti partire
come se andare lontano fosse uguale a morire
e non c'e' niente di strano ma non posso venire

Così come una farfalla ti sei alzata per scappare
ma ricorda che a quel muro ti avrei potuta inchiodare
se non fossi uscito fuori per provare anch'io a volare
e la notte cominciava a gelare la mia pelle
una notte madre che cercava di contare le sue stelle
io li sotto ero uno sputo e ho detto "OLE'" sono perduto.

La notte sta morendo
ed e' cretino cercare di fermare le lacrime ridendo
ma per uno come me l' ho gia detto
che voleva prenderti per mano e volare sopra un tetto.

Lontano si ferma un treno
ma che bella mattina, il cielo e' sereno
Buonanotte, anima mia
adesso spengo la luce e così sia.

Lucio Dalla.
****
 
Matthew J. Bellamy (Muse)

L'uomo più bello del mondo (secondo me!!)

Ethan Hawke

CERCA